info@fabricaharmonica.it
Tel: +39 393 9145351 - +39 06 97271671 - +39 347 9171537 - +39 328 3328689

EDIZIONE 2020

ANDREA DAMIANI

Early Music, Liuto, Tiorba, Chitarra spagnola

  • Date
    27-31 Agosto 2020
  • Modalità
    In presenza e on line
  • Focus
    Repertorio rinascimentale e barocco
  • Struttura
    un minimo di 4 lezioni per allievo, Ensemble Workshop
  • Limiti
    5 allievi effettivi in presenza
  • Quota frequenza
    € 150,00
  • Quote frequenza online
    4 lezioni con rilascio Diploma: € 200.00
    Singola € 60,00/ora

Il corso è indirizzato a studenti di vari livelli che potranno dedicarsi a uno strumento scelto tra liuto rinascimentale o vihuela, liuto barocco, tiorba e chitarra spagnola con i seguente programma di massima: Liuto rinascimentale: La fantasia per liuto e vihuela, da Francesco da Milano e Luys Milan a John Dowland. Aspetti interpretativi e formali (struttura contrappuntistica, ornamentazione e improvvisazione). Liuto barocco: Suites per liuto del repertorio francese e tedesco. Tiorba e Chitarra spagnola: Danze e bassi ostinati di autori del Seicento italiano

CURRICULUM

Andrea Damiani ha studiato liuto con Diana Poulton, Anthony Bailes e Hopkinson Smith. Si è diplomato in liuto presso il Conservatorio di Bari e presso il Royal College of Music di Londra e presso il conservatorio di Bari.
La passione per la ricerca sulla storia e la letteratura del liuto lo ha portato a scoprire fonti musicali inedite e a realizzare diversi progetti discografici: per la casa E lucevan le stelle, ha registrato due CD: J’ay pris amour, dedicato al manoscritto cordiforme conservato presso la Biblioteca Oliveriana di Pesaro, considerato la più importante fonte liutistica prima delle stampe di Petrucci; e Folias, musiche da fonti manoscritte seicentesche dell’Italia centrale per chitarra, tiorba e liuto, tra le quali un manoscritto recentemente ritrovato nelle Marche contenente brani inediti del chitarrista Giovanni Paolo Foscarini. Inoltre, per la Stradivarius ha inciso un programma tratto da Il Fronimo di Vincenzo Galilei. Il suo ultimo CD solistico, Viaggio musicale, è un percorso attraverso la storia del liuto e della chitarra.Un’intensa attività concertistica lo ha portato a suonare nei più importanti festival italiani e stranieri. Come solista tiene numerosi recital con un repertorio che spazia dal rinascimento e barocco italiani agli autori del ‘700 tedesco (J.S. Bach e S.L. Weiss). Da sempre appassionato didatta, ha esposto i suoi principi nel Metodo per liuto rinascimentale pubblicato dalla casa editrice Ut-Orpheus di Bologna, che è considerato un testo di riferimento in questo ambito. È titolare della cattedra di Liuto presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma – dove tiene anche corsi di Storia degli strumenti a pizzico e di Chitarra dell’800 – e impegnato come docente a contratto presso il Conservatorio O. Respighi di Latina. La sua attività didattica ha contribuito negli anni a formare alcuni dei migliori esponenti della scuola italiana di liuto. Ha insegnato per lunghi anni ai corsi internazionali di musica antica di Urbino e viene invitato a tenere corsi e masterclass (Nepi, Festival Stradella). 
È stato presidente della Fondazione Italiana per la Musica Antica dal 2007 al 2019.

 Andrea Damiani has studied the lute with Diana Poulton, Anthony Bailes and Hopkinson Smith. He has performed extensively – both as soloist and continuo player on archlute and theorbo – in the main European countries and the USA.
Mr. Damiani has recorded for and broadcast on several major European radio networks such as the BBC, ORTF, RAI, WDR, etc.  As a specialist in basso continuo on the theorbo and archlute, he has participated in numerous recordings for Arcana, Erato, Harmonia Mundi, Opus 111, Philips, Symphonia and Tactus. As a soloist, he  has given numerous recitals dedicated to the repertoire of the Italian renaissance and baroque, and of 18th-century German composers, especially J. S. Bach and S. L. Weiss.
His passion for research on lute history and literature has led him to discover some previously unknown sources and to realize their recording. For the E lucean le stelle label he has recorded two CDs: J’ay pris amour, devoted to the heartshaped manuscript preserved in Pesaro, Biblioteca Oliveriana, the main early lute source before the Ottaviano Petrucci’s prints; and Folias, containing music from XVII cent. Central Italy sources for archlute, theorbo and guitar, among them a recently found manuscript containing unknown guitar pieces by Giovanni Paolo Foscrini. He has also recorded a CD dedicated to Il Fronimo of Vincenzo Galilei, for Stradivarius. Mr. Damiani has been invited to teach at several international early music courses, such as those held in Chiusi della Verna, Erice, Lanciano, by the Cini Foundation of Venice and the International Summer Course held in Urbino. He is lute professor at the Conservatorio S. Cecilia in Rome and at the Conservatorio “Ottorino Respighi” in Latina. From 2007 to 2018 Mr. Damiani has been President of the Fondazione Italiana per la Musica Antica and director of the Urbino Early Music Course.
Mr. Damiani is also the author of Method for Renaissance Lute, published by Ut-Orpheus, Bologna.

X